Posts in Colloquio
Perchè i Cattolici pregano Maria ?

Quella che segue è la trascrizione audio del podcast “Ask Pastor John” del 9 luglio 2014.

Lo storico Michael Reeves è di nuovo nostro ospite dal Regno Unito, e per tutta la settimana prenderà il posto di John Piper. Michael, pregare Maria è un fenomeno impressionante nella Chiesa Cattolica Romana, almeno per noi Protestanti. Anche nell’ultimo Catechismo, il Vaticano continua a mettere enfasi sul valore e sull’importanza di liturgie, festività e preghiere dedicate a Maria. Come si è sviluppata questa pratica nel corso del tempo? Perché i Cattolici pregano Maria?

Ok. In realtà la storia è fatta di due parti. La prima parte ha un buon inizio. Sin dai suoi albori, la Chiesa e i suoi teologi hanno preso come immagine predominante della salvezza la visione di Paolo in Romani 5 dei due uomini (Adamo e Cristo) che decidono il destino di tutte le persone. Ci sono due uomini, Adamo e Cristo. Tutti noi dipendiamo da uno di loro per la nostra salvezza. In Adamo siamo tutti caduti nel peccato. In Cristo, quelli che sono uniti a lui sono salvati.

Read More
Sono esausto. Come posso ricaricare il mio corpo senza trascurare la mia anima?
  • Colloquio con John Piper

  • Tema: Santificazione e crescita

 

Trascrizione audio

La domanda di oggi ci è stata rivolta da una persona sfinita. Quando siamo esausti, come possiamo “ricaricarci” senza trascurare le nostre anime? La domanda è questa: “Ciao Pastore John, ho 41 anni e da nove sono il pastore di una chiesa piccola ma in crescita con 120 membri in Galles. Nel corso del mio pastorato ho notato che, a causa della natura spiritualmente, emotivamente e mentalmente estenuante del ministero, quando mi capita di avere del tempo libero (una serata o un sabato) tutto quello che desidero è staccare la spina e fare cose banali come guardare programmi sportivi in televisione. Sento che dovrei piuttosto impegnarmi in altre letture personali o devozionali, in cose che mi aiutano nella ricerca di Dio, ma non riesco a trovare le energie o il desiderio per farlo. Il ministero è molto impegnativo, e quando posso cerco di sfuggire dalle cose a esso legate. Come fai a gestire questa tensione tra il ministero come lavoro cui dedichi il tuo tempo e la tua attenzione per gran parte del giorno, e il bisogno di avere le energie per cercare Dio personalmente al di fuori delle attività formali del tuo ministero? Hai avvertito questa tensione e hai qualche consiglio per un pastore giovane ma già stanco?”

Sì, ho avvertito questa tensione. Dubito che sia possibile evitarla. Poiché ho cercato di esaminare e studiare il mio cuore e le sue inclinazioni quando sono stanco, sono piuttosto diffidente della mia propensione ad autogiustificarmi per difendere la mia tendenza a compromettere la mia mente e la mia coscienza con quello che faccio con il mio cosiddetto tempo libero. Lo dico giusto per suonare un campanello d’allarme prima di metterci a pensare che sentirsi stanchi dopo aver lavorato per il Signore possa giustificare praticamente ogni cosa. Credo che queste sottili autogiustificazioni mondane siano i primi segnali di molte cadute nel ministero pastorale. Potremmo dire che trascorrere il tempo libero in modo mondano porta a rovinose cadute. Ecco alcune cose che ho imparato e che vorrei suggerire.

Read More
Il mio peccato sessuale mi ha reso insalvabile?
  • Intervista a John Piper

  • Tema: Mettere a morte il peccato

Trascrizione dell’audio

Un uomo da Hong Kong, che vuole restare anonimo, ci scrive per chiedere: “Pastore John, quand’è che raggiungiamo la condizione di Esaù, descritta in Ebrei 12:15–17, nella quale egli non poté più ravvedersi? Sono cristiano da tutta la vita, ma ho vissuto per molti anni nel peccato sessuale, inclusa la pornografia, una relazione adultera con la moglie di un altro uomo, e la prostituzione. Non ho mai smesso di combattere questi peccati e di odiarli, e sono felice di poter dire che Dio ha da poco compiuto una grande opera liberandomi dalla relazione adultera grazie all’aiuto del mio pastore e di altri fratelli in Cristo, il che mi porta a pensare che Egli voglia ancora salvarmi. Tuttavia, mi ritrovo ancora impotente contro questi peccati sessuali, e ho paura di continuare ad andare alla deriva nel vizio sessuale, e ritrovarmi nella condizione descritto al versetto 16 di non potermi più ravvedere e di essere scaduto dalla grazia! Come posso vincere questa impotente deriva nel peccato ed evitare di avere un cuore indurito che non può più ravvedersi?”.

Read More