Dopo empatia e aiuti umanitari, le persone vogliono risposte

Priorità

Prima le cose importanti.

Quando i cristiani assistono alla sofferenza, provano empatia. Anche noi abbiamo dei corpi (Ebrei 13:3). Perciò, l’amore ci comanda: “Piangete con quelli che piangono” (Romani 12:15).

Poi è la volta di aiutare. Vogliamo contribuire ad alleviare ogni aspetto della sofferenza umana, specialmente la sofferenza eterna:

Così dunque, finché ne abbiamo l’opportunità, facciamo del bene a tutti; ma specialmente ai fratelli in fede (Galati 6:10).

E questo include anche i nemici:

Amate i vostri nemici; fate del bene a quelli che vi odiano (Luca 6:27);

Se il tuo nemico ha fame, dagli da mangiare; se ha sete, dagli da bere (Romani 12:20).

Ma prima o poi le persone vogliono qualcosa di più che empatia e aiuto: vogliono risposte.

Annuncio e Potenza

Quando l’amore ha pianto e ha agito, deve poter dire qualcosa su Dio. Non deve per forza dare tutte le risposte. Solo Dio le ha. Ma ha la Bibbia, e la Bibbia non è silenziosa su questa materia.

Nessun terremoto nella Bibbia è attribuito a Satana. Molti sono attribuiti a Dio.1 Questo perché Dio è il Signore del cielo e della terra:

Egli comanda anche ai venti e all’acqua, e gli ubbidiscono (Luca 8:25);

Egli manda i suoi ordini sulla terra . . . Egli manda la neve come lana, sparge la brina come cenere. Egli getta il suo ghiaccio come a pezzi; e chi può resistere al suo freddo? . . . Egli fa soffiare il suo vento e le acque corrono (Salmo 147:15-18);

Egli guarda la terra ed essa trema; egli tocca i monti ed essi fumano (Salmo 104:32);

Egli scuote la terra dalle sue fondamenta, le sue colonne tremano (Giobbe 9:6).

I terremoti hanno in Dio la loro causa ultima. La natura non ha volontà propria, e Dio non deve a Satana nessuna libertà. Le devastazioni che i demoni compiono, le compiono con il permesso di Dio. E Dio ha un motivo per permettere quello che permette. I suoi permessi sono i suoi scopi. Questo è il senso di Giobbe 1-2 e di Luca 22:31-32.

Lo scopo

Dio non fa nulla senza uno scopo infinitamente saggio e buono:

Egli è saggio; fa venire il male (Isaia 31:2);

Il Signore è buono (Salmo 100:5);

Tutte le sue opere sono vere e le sue vie giuste (Daniele 4:37).

Perciò Dio ha uno scopo buono e completamente saggio per la straziante calamità che ha colpito il Giappone l’11 marzo 2011 che è costata la vita di decine di migliaia di persone.

Egli ha infatti centinaia di migliaia di scopi, la maggior parte dei quali rimarranno a noi nascosti fino a quando non saremo capaci di comprenderli alla fine dei tempi:

Quanto inscrutabili sono i suoi giudizi e ininvestigabili le sue vie! (Romani 11:33);

Le cose occulte appartengono al Signore nostro Dio, ma le cose rivelate sono per noi (Deuteronomio 29:29).

Nonostante ciò, nella Bibbia sono rivelati alcuni possibili scopi divini e noi possiamo pregare affinché essi si compiano:

  1. I terremoti degli ultimi tempi nel libro dell’Apocalisse rappresentano delle chiamate al ravvedimento, sono degli avvertimenti alle persone che negano Gesù Cristo che è in arrivo un giorno nel quale i non credenti grideranno ai monti e alle rocce: “Cadeteci addosso, nascondeteci dalla presenza di colui che siede sul trono e dall’ira dell’Agnello” (Apocalisse 6:16).

  2. I terremoti degli ultimi tempi in Matteo 24:7-8 vanno interpretati come “principio di molte doglie”. Essi sono cioè un campanello d’allarme che avverte questo mondo dell’imminente nascita del regno di Dio. Vegliate, dunque, e preparatevi a incontrare Gesù Cristo.

  3. Il fatto che Dio unilateralmente si prenda migliaia di vite è una dichiarazione a gran voce che “Il Signore ha dato, il Signore ha tolto” (Giobbe 1:21). Il messaggio per tutto il mondo è che la vita ci è stata data in prestito da Dio (Luca 12:20) e appartiene a lui. Egli è il creatore della vita, e la dà e la prende secondo la sua volontà senza doverci nulla. Ne ha diritto sia con i bambini (2 Samuele 12:15) sia con gli anziani (Luca 2:29). E’ un dono immenso quello di imparare questa verità e dedicare le proprie vite al loro vero padrone anziché defraudarlo fino a quando non è troppo tardi.

  4. La potenza che si sprigiona in un terremoto rivela la spaventosa magnificenza di Dio. Questo è un grande dono poiché “il timore del Signore è il principio della sapienza” (Salmo 111:10). La maggior parte del mondo non ha timore del Signore e manca perciò della sapienza che conduce alla salvezza. Il rombo di tuono che invita a temere Dio è una grazia per quelli che vivono.

  5. Quando la terra trema sotto i nostri piedi si ha la terribile sensazione di non poter scappare da nessuna parte. Nella maggior parte dei disastri la terra è l’unica cosa a restare ferma quando i venti flagellano e le onde infuriano. Ma dove fuggi quando la terra stessa diventa insicura? Risposta: da Dio.

Prega

Preghiamo che in questa catastrofe il Signore compia due altri scopi:

  1. Che i cristiani si ravvedano della loro mondanità. “Se non vi ravvedete, perirete tutti allo stesso modo” (Luca 13:3).

  2. Che i cristiani in Giappone e nel mondo si facciano avanti con un amore straordinario e pieno di sacrificio per mostrare in modo più evidente la misericordia di Cristo, il quale diede la sua vita nel mezzo del giudizio del Padre. La sofferenza e la morte di Gesù Cristo per il peccato del mondo è l’unico posto dove empatia, aiuto e risposte s’incontrano. Egli invita tutti a venire a lui per ricevere tutte e tre.

Com’è fragile questa vita! Il mondo e tutti i meccanismi che lo mantengono in esistenza appaiono così sicuri e solidi. Non lo sono. Solo una cosa è sicura e certa:

Perciò, ricevendo un regno che non può essere scosso, siamo riconoscenti, e offriamo a Dio un culto gradito, con riverenza e timore! (Ebrei 12:28).

1 2 Samuele 22:8; Isaia 13:13; 24:18-20; 29:6; Salmo 60:2; Naum 1:5-6; Apocalisse 6:12; 8:5; 11:13-14; 16:18

(Questo post è un adattamento di ciò che scrissi il 18 agosto 1999 subito dopo il terremoto in Turchia, che costò la vita di 17.000 persone).


John Piper (@JohnPiper) è il fondatore e insegnante di desiringGod.org e rettore del Bethlehem College & Seminary. E’ stato per 33 anni il pastore della Bethlehem Baptist Church di Minneapolis, Minnesota. Ha scritto più di 50 libri, incluso “A Peculiar Glory”.

By John Piper. © Desiring God Foundation. Source: desiringGod.org